Aiutaci a sostenere un Asilo Nido in Niger, Africa

IL NIGER E LE SUE PROBLEMATICHE 

Alcuni dati:
Capitale
: Niamey
Popolazione: 13 milioni
Area: 1.267.000 kmq
Etnie: Hausa 54%, Djerma 22%, Fula 8,5%, Tuareg 8%, Beri Beri o Kanouri 4,3%
Lingua
 ufficiale: Francese
Religioni
: Musulmana 80%, Cristiana e Religioni indigene 20

Il Niger, uno degli stati dell’Africa occidentale che deve i suo nome al fiume Niger, è uno dei paesi più poveri al mondo con l’indice del Pil negativo dagli anni ’90.

Progetto regali solidali asilo nido Niger

Più del 60% della popolazione vive con meno di 1 US$ al giorno, il tasso di alfabetizzazione si aggira intorno al 20%, mentre il tasso di scolarizzazione è di appena il 29% di cui solo 9,6% sono femmine. Le strutture sanitarie pubbliche sono di basso livello e carenti dal punto di vista igienico. Solo nella capitale Niamey esistono alcune strutture private di livello accettabile. Nella parte meridionale del paese è diffusa la malaria, mentre sono presenti malattie endemiche quali tifo, tubercolosi, meningite e morbillo. Il tasso di affetti da virus HIV/AIDS è alto, in particolare fra la popolazione giovanile delle città.  Inoltre, la mortalità dei bambini di età compresa fra uno e quattro anni è eccezionalmente elevata (248 su 1000) ed è dovuta a un’alimentazione povera e alle precarie condizioni di salute.

Il clima del Niger è infatti uno dei più caldi al mondo e due terzi del territorio sono composti dal deserto del Sahara inabitabile. Il sud del paese, coperto dalle grandi savane e il fiume che le attraversa, è la parte più popolata, dove si trova la maggior parte dei centri abitati e anche i tre Villaggi SOS. L’economia del paese si basa sulla pastorizia e sull’agricoltura, i quali però non soddisfano i bisogni di 13 milioni di abitanti (basti pensare che solo il 3,9% del territorio nazionale è dedicato all’attività agricola e alla coltivazione degli alimenti di base come il miglio e il sorgo).

Il Problema
Nel 2010 il paese è stato colpito da una grave crisi alimentare che è durata più di nove mesi. Secondo uno studio nazionale svolto in Niger all’inizio della crisi, 7 milioni di persone (più della metà della popolazione) erano a rischio di rimanere senza cibo, a causa della mancanza di piogge. Insieme alla crisi alimentare è scoppiata anche l’epidemia di colera nelle zone agricole meridionali, con un migliaio di casi segnalati e numerosi decessi. Ciononostante, il tasso di fertilità è molto alto (7,2%) e fa sì che quasi la metà (49%) degli abitanti del Niger abbia meno di 15 anni di età. Le condizioni, in cui si trovano questi giovani sono disastrose – è difficile pensare a un futuro e a una vita dignitosa, quando si fa fatica a soddisfare i bisogni primari necessari per sopravvivere.

Progetto regali solidali asilo nido Niger

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI IN NIGER

SOS Villaggi dei Bambini è presente nel paese dal 1993 con tre Villaggi SOS – il primo attivato  si trova nella capitale Niamey, il secondo a Tahoua, mentre il terzo, aperto nel 2010 a Dosso. Oltre alle strutture dedicate all’accoglienza dei bambini e ragazzi privi di cure familiari (case famiglia e case del giovane), l’organizzazione agisce sul territorio attraverso 17 servizi e sostiene 10.739 beneficiari. Si trovano così nelle vicinanze dei Villaggi a Dosso una scuola SOS, un asilo nido e un centro medico; a Niamey una scuola primaria e 2 centri professionali per i ragazzi, mentre a Tahoua una scuola primaria SOS, un asilo SOS e un centro sanitario SOS.  Tutti i servizi accolgono: bambini dei Villaggi SOS e delle comunità locali e rappresentano per molti bambini e ragazzi  l’unica possibilità di accesso all’istruzione e alla salute.

Dal 2005, SOS Villaggi dei Bambini ha attivato anche il programma di rafforzamento familiare sia a Niamey sia a Tahoua attraverso i centri sociali SOS con l’obiettivo di prevenire l’abbandono o lo sfruttamento dei bambini che vivono con le famiglie d’origine. Ricevono così un supporto sanitario, sociale, psicologico e alimentare circa 700 bambini e le loro famiglie. Al contempo si lavora attraverso il counselling e la mediazione familiare sul rafforzamento delle relazioni e sul miglioramento delle condizioni familiari. Un’ attenzione particolare viene data alle famiglie con malati affetti di HIV/AIDS, fornendo loro medicinali e realizzando attività di sensibilizzazione e di prevenzione.

SOS Villaggi dei Bambini e il programma d’emergenza alimentare

Nel 2010, SOS Villaggi dei Bambini ha attivato un programma di emergenza per aiutare i bambini e la comunità locale in particolare nelle regioni di Tahoua e Abalak, provate dalla terribile crisi alimentare che ha colpito il paese.

Progetto regali solidali asilo nido Niger

La nostra Associazione ha consegnato le prime scorte di cibo a maggio, per 700 gruppi familiari di grandi dimensioni (circa 10.500 persone in totale). Nelle provviste erano compresi sia i prodotti di base che degli integratori alimentari speciali, sviluppati appositamente per le esigenze nutrizionali dei bambini denutriti

Inoltre, il team di SOS Villaggi dei Bambini del Niger ha tenuto dei corsi per le madri, per insegnare loro come preparare pasti ricchi di vitamine per i loro figli. Altre due massicce distribuzioni di cibo sono seguite nel mese di luglio e agosto. Un’altra importante attività è stata lconsegna di farmaci e strumenti medici, strettamente legata alla formazione di una squadra di infermieri che ha iniziato a lavorare in otto villaggi. Due persone per ogni villaggio, un uomo e una donna, sono state istruite a svolgere le procedure di base per curare le più comuni malattie causate da una dieta povera, come la diarrea e la malnutrizione.

SOS Villaggi dei Bambini Niger sta organizzando delle strutture per assicurare, in futuro, la fornitura di prodotti alimentari. Attraverso la costituzione delle così dette “banche dei cereali” che vengono gestite autonomamente dalle commissioni amministrative in ciascuno dei 7 villaggi scelti.

Queste “banche” preserveranno gli abitanti non solo dagli effetti della siccità, ma anche dall’inflazione dei prezzi sui generi alimentari

IL VILLAGGIO SOS DI TAHOUA

Progetto regali solidali asilo nido Niger

Il Villaggio SOS di Tahoua è stato costruito nel 2008 su un appezzamento di terreno di circa 6 ettari, assegnato dalle autorità locali a SOS Villaggi dei Bambini.  E’ costituito da 12 case famiglia nelle quali si possono accogliere fino a 120 bambini privi di cure familiari. Inoltre, fanno parte del Villaggio le strutture amministrative e quelle dedicate allo staff e alla formazione delle risorse umane.

All’interno del terreno del Villaggio SOS c’è anche un asilo nido che si prende cura giornalmente di 77 bambini, una scuola elementare SOS che forma circa 211 bambini, un centro Giovanile SOS e un centro di formazione professionale che coinvolgono circa 400 ragazzi e adolescenti  nei vari programmi di istruzione e formazione scolastica.

Il Centro sanitario SOS, costruito nelle vicinanze del Villaggio, garantisce cure a circa 2.200 persone ogni anno. E’ composto da una sala per effettuare esami clinici, visite mediche e da una piccola farmacia.

Sempre in prossimità del Villaggio si trova il Centro Sociale che sostiene circa 700 famiglie ogni anno, attraverso il programma di rafforzamento familiare.  Il centro comprende un’area per l’assistenza psicologica e un’area amministrativa.

Il Villaggio è stato il centro d’azione operativa per l’equipe degli operatori che si sono occupati dell’emergenza che ha colpito il paese nel 2010 e ha fornito accoglienza, assistenza e cure a più di 10.000 persone, di cui la maggior parte di essi bambini e le famiglie delle regioni adiacenti al Villaggio.

IL PROGETTO: 

Progetto regali solidali asilo nido Niger

Obiettivo
L’obiettivo principale del progetto è l’urgente ristrutturazione, ampliamento e il sostegno dei costi di gestione dell’asilo nido all’interno del Villaggio SOS di Tahoua.

Le conseguenze dell’emergenza si devono al deterioramento delle infrastrutture del Villaggio che hanno subito danni a causa di un gran numero di persone ospitate e rifugiate presso il Villaggio negli ultimi due anni.

Nel 2012 sarà necessario garantire la manutenzione della struttura, oltre che provvedere all’acquisto dei materiali scolastici, medico-sanitario, alimentari, ludici, così come anche del vestiario,  lettini e arredi interni. Inoltre sarà necessario poter proseguire con la formazione delle risorse umane al fine di garantire continuità formativa e gestionale.

L’asilo  costituisce  per i bambini un luogo di  accoglienza, cure, sviluppo e socializzazione. Per questo motivo è stata aperta una mensa scolastica, per assicurare ai bambini un pasto caldo giornaliero in un ambiente sicuro.

In un paese con un alto tasso di natalità e con un ancor più alto tasso di mortalità infantile, dove non ci sono strutture pubbliche di alcun genere per sostenere le giovani madri, l’asilo nido SOS rappresenta l’unico accesso alla sopravvivenza e anche una speranza di un futuro dignitoso.

Alcuni bambini, privi di cure familiari e ospiti del Villaggio, infatti, grazie all’asilo nido non vivono più in isolamento. 

Oltre alla cura e all’accoglienza giornaliera dei piccoli, SOS Villaggi dei Bambini, attraverso il Centro Sociale e il Centro Sanitario SOS si prende cura dei genitori e delle famiglie locali che non possono al momento provvedere da soli alla crescita dei bambini.

L’asilo SOS rappresenta per i bambini del Villaggio SOS, un momento di scambio e di socializzazione dato che i bambini possono relazionarsi e fare amicizie con i bambini della comunità.

BENEFICIARI

Progetto regali solidali asilo nido Niger

Beneficiari diretti
Beneficiari diretti del progetto sono 77 bambini da 0 a 3 anni. La maggior parte di questi bambini sono accolti presso le Case famiglia del Villaggio SOS, quindi privi di cure familiari.

Dato il gran numero delle famiglie, con il quale si sta lavorando da anni attraverso il programma di rafforzamento familiare e dato l’aumento dei bisogni locali, SOS Villaggi dei Bambini ha pianificato di ampliare e aumentare gli spazi per poter ospitare negli anni futuri fino a 300 bambini.

Beneficiari indiretti
Circa 3.700 bambini e ragazzi.

ATTIVITA’ e FINI DEL PROGETTO

All’interno dell’asilo i bambini svolgono attività ricreative  e ludiche, giochi d’apprendimento e giochi all’aperto
Inoltre, vengono garantite le visite mediche e i controlli durante l’anno a tutti i bambini dell’asilo e ai bambini del centro sociale. Tutti gli insegnanti seguono corsi di formazione psicologica, corsi di formazione specifica per problematiche nell’apprendimento e per lo sviluppo infantile.

Al fine di promuovere e migliorare l’insegnamento nel territorio, sono iniziati incontri di scambio con altri asili nido privati e pubblici, durante i quali il modello SOS Villaggi dei Bambini è stato preso come un esempio da seguire.

Tutte le attività vengono costantemente monitorate dagli uffici amministrativi locali e dagli uffici regionali. SOS Villaggi dei Bambini in Niger è un’associazione indipendente che lavora solo con le risorse locali e fa parte del grande network internazionale di SOS Villaggi dei Bambini.

Esempi di Costi Unitari per i bambini dell’asilo nido:

  • 5 euro possiamo acquistare Kit pulizia denti per 10 bambini per 10 bambini;
  • 7,75 euro garantiremo una vaccinazione contro il morbillo;
  • 9,50 euro potremo acquistare sandaletti e/o calzature a un bambino;
  • 15 euro potremo acquistare pastelli colorati;
  • 20 euro un litro di latte in polvere per un bambino denutrito;
  • 37 euro una lavagna;
  • 50 euro un pasto caldo giornaliero a tutti i bambini dell’asilo;
  • 180 euro garantiremo dosi di vitamine a tutti i bambini;
  • 250 euro garantiremo a tutti i bambini farmaci contro la malaria.
  • 500 euro garantiremo un insegnante di sostegno per 6 mesi
0